STRELKOV: LA REPUBBLICA DI DONETSK RISPETTA LA CONVENZIONE DI GINEVRA

Immaginestrel
Bosnia, 1992. Secondo alcuni l’uomo al centro della foto sarebbe il Colonnello Strelkov a 22 anni.

Aggiornamenti e nuove disposizioni dal Comandante Strelkov.
Disposizioni e misure da applicare nei confronti dei militari ucraini che si arrendono volontariamente.

Abbiamo recentemente notato una forte crescita del numero di soldati che non vuole continuare questa guerra contro il proprio popolo e che si rifiutano di obbedire agli ordini criminali dei loro comandanti. Questi militari, sono sottoposti a diversi tipi di punizione dai loro comandanti e ad una grande pressione da parte dei nazisti, che non si fanno problemi ad effettuare delle esecuzioni senza processo. Ciononostante questi soldati non si arrendono alle milizie popolari per paura di essere uccisi. In considerazione di principi umanitari e della necessità di fermare lo spargimento di sangue e di salvare le vite dei militari ucraini che vengono costretti con la forza ad andare nella zona di guerra,

Emetto i seguenti ordini:

1. Tutti i comandanti e combattenti delle milizie non devono aprire il fuoco contro i militari ucraini che hanno alzato la bandiera bianca o che hanno espresso l’intenzione di arrendersi. Dopo il disarmo e la verifica della presenza delle armi, queste persone devono essere accompagnate in punti di raccolta dai quali verranno trasportate sotto la supervisione di guardie armate. Queste persone devono acquisire lo status di prigioniero di guerra.

In conformità con gli accordi di Ginevra “le regole della guerra” e la clausole aggiuntive, a queste persone dovrà essere garantita l’assistenza medica se necessaria. Non sono ammesse esecuzioni, torture o umiliazioni verso queste persone. La violazione del presente paragrafo costituirà un reato militare e verrà punito secondo la legge marziale.

2. Tutte le persone di cui sopra devono essere registrate e le relative informazioni devono essere inviate alla sede della milizia al fine di decidere sulla loro posizione futura in accordo con uno dei tre modelli e sulla base della scelta personale. Le persone che si sono arrese volontariamente alle milizie e che non hanno commesso alcun reato capitale nella Novorossia ne crimini di guerra, possono scegliere di:

• Ritornare alle loro famiglie in Ucraina
• Unirsi alle milizie popolari
• essere inviati sul territorio della Russia come rifugiati

Il Ministro della Difesa
e Comandante della Milizia della Repubblica Popolare di Donetsk
Il colonnello I.I. Strelkov

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...