CONSERVATORI E LIBERALI INTRODUCONO TENSIONI NEL SISTEMA PUTINIANO

LE ANALISI

15 marzo 2014 Manifestazione pro Majdan a Mosca
15 marzo 2014 Manifestazione pro Majdan a Mosca

Presentiamo un post del famoso blogger Russo El Murid (Anatoliy Nesmeyan), amico personale di Igor Strelkov, con una nota a commento con cui cerchiamo di contestualizzare il significato politico generale della posizione della nuova “destra conservatrice” russa.

LA NUOVA TORNATA DI SANZIONI APRE UN PERIODO PREBELLICO

Originale: El Murid (Anatoliy Nesmeyan) LiveJournal
Tradotto dal russo da Gleb Bazov

L’ultima tornata di sanzioni imposte dall’Unione Europa ha nella sostanza chiuso ogni discussione sulla possiblità di un accordo con l’Occidente. Questo nonostante tutte le concessioni e tutti i tradimenti.

Il fatto stesso che la Russia ha vacillato in Ucraina e non ha difeso i suoi interessi nazionali, abbandonando la regione del Donbass ed il suo popolo alla mercè di gente che voleva farli a pezzi, il fatto che la leadership russa abbia accettato di perdere la faccia e di compiere un palese tradimento – tutto questo ha sOlo convinto l’Occidente di potere dettare le proprie condizioni e di potere aumentare la pressione.

E’ difficile immaginare che cosa i traditori possano avere promesso al Presidente, ma ormai è ovvio che lo hanno ingannato. Non ci sarà alcun riavvicinamento. Il problema è che adesso la pressione occidentale non ha più una dimensione limitata all’Ucraina. Le sanzioni e le restrizioni sono finalizzate al solo scopo di fomentare una dissidenza nella elite Russa, a ledere gli interessi di una delle sue componenti e così da provocare un colpo di stato.

Continue reading “CONSERVATORI E LIBERALI INTRODUCONO TENSIONI NEL SISTEMA PUTINIANO”

Annunci