NOVORUSSIA: LA STAGIONE DEI VELENI

L’ATTUALITA’

Bandiera Novorussa: anche su questa non vi è accordo. Zarev, Presidente del Consiglio della Novorussia, preferisce un tricolore a bande orizzontali bianco - oro - nero.
Bandiera Novorussa: anche su questa non vi è accordo. Zarev, Presidente del Consiglio della Novorussia, preferisce un tricolore a bande orizzontali bianco – oro – nero.

– Ilio Barontini –

Ormai a Donetsk e Lugansk il mito della “vittoria mutilata” sta innescando una serie di recriminazioni reciproche. Si è aperta una vera e propria stagione dei veleni. I maggiori comandanti delle unità sul campo si trasformano in politici, lanciano iniziative e oppongono veti, rilasciano interviste e diramano convocazioni, mentre le autorità delle Repubbliche, sprovviste di legittimazione, stentano ad imporre il proprio volere al braccio militare (salvo che per la tregua, palesemente imposta da Mosca). E’ ormai chiaro che si è attivato un processo autodistruttivo nel quale le energie liberate dalla guerra, non trovando sfogo sul campo di battaglia, si rivolgono all’ interno trasformandosi in rivalità politiche e personali, con conseguenze potenzialmente pericolosissime. In attesa delle elezioni, fissate per il 2 novembre in entrambe le Repubbliche (ma non si conoscono ancora il sistema elettorale e le modalità con cui le consultazioni verranno tenute) si sente il bisogno di un intervento esterno chiarificatore, che provveda a “dettare una linea” e a fornire agli abitanti delle regioni martoriate dalla guerra almeno una prospettiva, un orizzonte verso cui muoversi e attorno al quale immaginare la propria vita futura. Ecco gli ultimi aggiornamento: la convocazione del Consiglio Militare dei Comandanti (con nota di Colonel Cassad) e il commento di Strelkov, al solito un po’ minaccioso e molto sibillino.

Convocazione del Consiglio Militare dei Comandanti di Campo delle Repubbliche di Donetsk e Lugansk  Continue reading “NOVORUSSIA: LA STAGIONE DEI VELENI”

Annunci