NOVORUSSIA: LA STAGIONE DEI VELENI

L’ATTUALITA’

Bandiera Novorussa: anche su questa non vi è accordo. Zarev, Presidente del Consiglio della Novorussia, preferisce un tricolore a bande orizzontali bianco - oro - nero.
Bandiera Novorussa: anche su questa non vi è accordo. Zarev, Presidente del Consiglio della Novorussia, preferisce un tricolore a bande orizzontali bianco – oro – nero.

– Ilio Barontini –

Ormai a Donetsk e Lugansk il mito della “vittoria mutilata” sta innescando una serie di recriminazioni reciproche. Si è aperta una vera e propria stagione dei veleni. I maggiori comandanti delle unità sul campo si trasformano in politici, lanciano iniziative e oppongono veti, rilasciano interviste e diramano convocazioni, mentre le autorità delle Repubbliche, sprovviste di legittimazione, stentano ad imporre il proprio volere al braccio militare (salvo che per la tregua, palesemente imposta da Mosca). E’ ormai chiaro che si è attivato un processo autodistruttivo nel quale le energie liberate dalla guerra, non trovando sfogo sul campo di battaglia, si rivolgono all’ interno trasformandosi in rivalità politiche e personali, con conseguenze potenzialmente pericolosissime. In attesa delle elezioni, fissate per il 2 novembre in entrambe le Repubbliche (ma non si conoscono ancora il sistema elettorale e le modalità con cui le consultazioni verranno tenute) si sente il bisogno di un intervento esterno chiarificatore, che provveda a “dettare una linea” e a fornire agli abitanti delle regioni martoriate dalla guerra almeno una prospettiva, un orizzonte verso cui muoversi e attorno al quale immaginare la propria vita futura. Ecco gli ultimi aggiornamento: la convocazione del Consiglio Militare dei Comandanti (con nota di Colonel Cassad) e il commento di Strelkov, al solito un po’ minaccioso e molto sibillino.

Convocazione del Consiglio Militare dei Comandanti di Campo delle Repubbliche di Donetsk e Lugansk 

Post del blogger Dmitry Dzygovbrodskj: Il Comandanti di Campo mi hanno autorizzato a fare un annuncio. Richiedo la massima diffusione. “E’ stato deciso di tenere Consiglio Militare dei Comandanti di Campo delle Repubbliche di Donetsk e di Lugansk entro la fine del mese. In questo Consiglio deve essere risolta la questione della creazione del Ministero della Difesa di Norovussia. L’idea ha il consenso del 90% dei Comandanti di Campo della Repubblica di Lugansk e di una parte significativa dei Comandanti di Campo della Repubblica di Donetsk – tutti questi si sono espressi per la creazione del Ministero della Difesa di Novorussia, per una Novorussia unita e non per due Repubbliche separate a Donetsk e a Lugansk. L’iniziativa è sostenuta anche dai Cosacchi. Come assolutamente ovvio la dirigenza politica delle Repubbliche di Donetsk e Lugansk si esprime in senso contrario alla creazione di un Esercito Unito di Novorussia. La maggioranza dei Comandanti di Campo intende andare fino in fondo nel sostegno all’idea della Novorussia come stato. Non c’è nessun margine di ripiegamento. La Russia è con noi.”

Nota di Colonel Cassad. Questa iniziativa è anche più significativa della oscura storia che ha visto protagonist il “generale” Korsun. Aspetto una lista dei partecipanti e le decisioni approvate con interesse, se un Consiglio simile si terrà effettivamente. Se ne parla da Luglio, ma il processo di formazione di un esercito unito non è andato oltre il Consiglio Militare di Strelkov e il quartier generale di coordinamento di Krasnodon. A giudicare dalle affermazioni dell’annuncio stesso, l’iniziativa per questo Consiglio proviene dalla Repubblica di Lugansk.

 Strelkov è intervenuto sull’argomento nel famoso forum.

Oggi ho ascoltato dei “delegati” da Donetsk per tutto il pomeriggio. Erano cinque. Mi hanno lasciato una impressione molto penosa. Non entrerò nei dettagli, ma dirò solo questo: MI VERGOGNO PER ALCUNI MIEI CAMERATI CHE OCCUPANO POSIZIONI DI COMANDO. Spero che le mie parole arrivino a loro e che loro capiscano di cosa mi vergogno (e perché). Molti comandanti non riceveranno più aiuti umanitari dale retrovie. Ho ancora abbastanza “potere” per questo. Farò felici i residenti di Donetsk: Sabato scorso a Mosca c’è stata una “festa della vittoria” in un ristorante. C’erano 60 persone capeggiate da Surkov. Hanno preso parte alla festa  Borodai, Zakharchenko e Purgin “partied” per la Repubblica di Donetsk.
Commento: mi viene in mente il mito Greco di Re Mida – l’antico Re che aveva ricevuto dagli dei la capacità di trasformare tutto in oro. Dal mio punto di vista Surkov è il “Mida di Oggi”. La sola ragione è che tutto quello che tocca si trasforma in raffinata, liquida, merda.

Annunci

2 pensieri su “NOVORUSSIA: LA STAGIONE DEI VELENI

  1. “MI VERGOGNO PER ALCUNI MIEI CAMERATI”
    sicuro che la traduzione esatta camerati? No, perchè in Italia lo stesso termine che nel resto d’Europa si usa per definire i compagni (quindi i comunisti, comrade in UK, camarade in Francia, ) identifica i fascisti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...