COME IL CAMPANILISMO DIVENTA FASCISMO

L’ ATTUALITA’

Mazzar_Failed_1

Matteo Cam, un Italiano che vive a Kiev da anni, racconta come è nato lo spirito di rivalità fra le regioni dell’Est e dell’Ovest, e come questi sentimenti siano oggi funzionali alla guerra contro le popolazioni del Donbass. 

Molte persone mi hanno chiesto, in privato, come sia possibile che a Kiev tante persone “normali” siano diventate fasciste e per lo meno non siano contrarie e diano il loro appoggio, anche solo morale, alle operazioni di guerra contro Donetsk e Lugansk. Visto che la maggior parte delle persone NON ha idea di cosa succeda in Ucraina e delle dinamiche dei rapporti interni fra regioni, cercherò di chiarire i motivi di questo odio..
Premessa: la mia posizione é al 100% a favore del Donbass, per un Donbass libero… Anzi, a dirla tutta, spero che i ragazzi del Donbass vengano a liberare pure Kiev… Preciso questo perché il mio intervento potrebbe sembrare ostile alla causa della Novorussia, mentre invece non lo è. Voglio semplicemente spiegare a un lettore di Milano o di Vladivostok il perché sia stato così facile per la Giunta nazista nutrire questo sentimento di odio verso Donetsk e Lugansk..
Torniamo indietro di un anno, quando nessuno a Kiev si aspettava il Maidan, l’economia bene o male tirava avanti e si viveva tranquilli e sereni… Cosa rappresentava nel 2013 Donetsk? Donetsk era la città con il maggior numero di nuovi ricchi e con la maggior crescita economica di tutta l’Ucraina… A volte questi nuovi ricchi si presentavano come “pantii” (“banditi”) e non per nulla amati a Kiev…

Continue reading “COME IL CAMPANILISMO DIVENTA FASCISMO”

Annunci