SUCCEDE A DONETSK: LE MUSE ZITTISCONO I CANNONI

 L’ ATTUALITA’

Teatro dell'Opera di Donetsk
Teatro dell’Opera di Donetsk

-Nina Bouklan –

Inter arma silent Musae: quando i cannoni parlano, le muse tacciono….si dice cosi.

Donetsk: una citta in balia della distruzione, dell’ angoscia, del terrore, dove i proiettili di tutte le dimensioni e i calibri, con il loro carico di odio viscerale, cercano di colpire non solo le case, le scuole, gli ospedali, la terra, i corpi umani, ma anche le anime. Cercano di bloccare, di immobilizzare le energie vitali sotto la minaccia della morte, una morte che può arrivare in ogni momento, attenderti dietro qualsiasi angolo.  Armi che producano suoni infernali, tutte armi (rigorosamente sovietiche, quelle di entrambi i contendenti) molto rumorose. Armi che non danno la tregua da molti giorni agli abitanti di Donetsk.

Ma ieri a Donetsk è successo qualcosa. Ieri, alle tre di pomeriggio, il Teatro Lirico ha presentato il primo spettacolo della nuova stagione: il Pipistrello di Strauss. Di quattro direttori d’orchestra che lavoravano per l’opera non né rimasto in città nemmeno uno. Sono scappati tutti in altre città, trovando un lavoro e una sistemazione.

Un Momento della Rappresentazione
Un Momento della Rappresentazione

E allora la direzione del Teatro ha proposto di formare i direttori selezionandoli fra il personale artistico (anch’esso a ranghi molto molto ridotti) del Teatro: “chi se la sente di dirigere, faccia un passo avanti”. E cosi Alessandro, un bravo clarinettista, fra l’altro molto molto richiesto per i lavori di ristrutturazione degli appartamenti, un giovane uomo che sa fare brillantemente di tutto, ha proposto la sua candidatura  e, dopo un paio di prove, è diventato direttore d’orchestra!

I soldi non ci sono, nessuno paga (né Ucraina , né  nella repubblica di Donetsk ): si va avanti con i risparmi di prima. Suonare, cantare, recitare diventa semplicemente una enorme gioia che trasporta tutti in un altro mondo, lontano dalla realtà. E cosi è stato questo spettacolo: gratis per tutti i spettatori, e gratis per gli artisti, il danaro è rimasto fuori dalla porta. Ma tanta gioia, un grande sfogo emotivo, un atto di solidarietà fra diverse persone che sono costrette ogni giorno affrontare grandi tensioni. Il teatro era strapieno, gremito di gente da tutta la città.

Il Pubblico
Il Pubblico

Il neodirettore d’orchestra è stato sicuro, leggero e brillante, l’orchestra affiatatissima e puntualissima, i cantanti, i ballerini sprizzavano allegria, simpatia, eleganza, gioia di vivere. Questo “Pipistrello” è riuscito a chiudere la bocca nera, insaziabile di distruzione di tutte quelle armi ottuse, di tutti i cannoni… Succede che le muse non vogliono tacere quando parlano i cannoni. Succede a Donetsk.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...