COLONEL CASSAD: AIUTI DALLA RUSSIA, GAS PER LUGANSK E VARIE

L’ATTUALITA’

520_original

Fonte: Brevi e Importanti

1. Sulla frontiera. I problemi che si sono verificati alla frontiera alla fine si sono rivelati di natura tecnica, e già da domani i carichi ripartiranno per la loro destinazione. Quindi da questo punto di vista, per ora non ci sono problemi “sistamatici”. Qui, come si suole dire, la premura non è mai troppa. Hanno caricato merce per alcune centinaia di migliaia di rubli ed hanno mandato tutto a Rostov (avevano promesso addirittura dei pezzi di ricambio per la “cassetta”): in parole povere una parte delle posizioni nella lista presentata siamo riusciti a soddisfarle. Il voentorg [commercio di materiale militare] è tutt’ora chiuso (informazione confermata a livello di comandanti di brigata), ma c’è una garanzia solida (ieri ho potuto accertarmene) che in caso di avanzata della Giunta Fascista il commercio riprenderà a pieno regime e la Giunta non riuscirà ad evitare l’appuntamento con gli “Agenti di Commercio”. La concentrazione delle truppe della Giunta presso Avdeevka, Krasnogorovka e Peski viene presa in considerazione e si stanno prendendo le contromisure necessarie. Con questa siutazione, come si diceva anche prima, la sconfitta militare della Novorussia è esclusa. A sud di Donetsk la Giunta continua a costruire delle fortificazioni sulla linea di Volnovaha – Mariupol, per ora per la maggior parte intorno a questi due centri. Qui l’avversario si prepara per una resistenza a oltranza.

2. Dalla via che molti si deprimono per la frequenza delle cattive notizie, dirado qualche nuvola. Nonostante alcuni processi politici poco favorevoli, c’è una serie di fatti che conferma che “non è tutto così lineare” come sembra. A parte la garanzia degli “Agenti di Commercio” che per ora non è stata revocata nonostante le insistenti richieste degli Stati Uniti, ieri ho saputo alcuni fatti (che adesso sto verificando di nuovo, perché non si sa mai) su processi militari – economici a lungo temine, che si stanno svolgendo al fuori del campo di copertura mediatica i quali, in caso di conferma, cambierebbero il quadro degli avvenimenti. Se questi processi fanno parte o meno di un piano B che osserva il “principio di precauzione” (nel caso non si riesca a mettersi d’accordo con gli Stati Uniti) oppure se facciano parte di una qualche strategia alternativa, per ora non è chiaro. Qui lo scopo non è semplicemente rassicurare il pubblico con posizioni tipo “abbiate fede nell’ Astuto Piano di Putin”: semplicemente ci sono un paio di fatti che non entrano nel quadro della totale sottomissione. Quando avrò la possibilità di scriverne di più, sicuramente esporrò con maggiori dettagli l’argomento cui mi riferisco.

3. Per quanto riguarda la fornitura di gas per la Repubblica di Lugansk. Il gasdotto che le truppe adibite al montaggio stanno stendendo da settembre è quasi arrivato al confine. Quindi la questione della fornitura diretta dalla Russia alla Repubblica di Lugansk è risolta. Il gasdotto quasi sicuramente passerà in zone già ripulite dalle truppe della Giunta. Quindi sotto questo aspetto l’inverno sarà sicuramente duro, ma in qualche modo dovremmo superarlo. I combattimenti nella regione di Chastje hanno un forte significato strategico, oltre a quello meramente militare. E’ necessario un totale controllo della centrale elettrica di Lugansk, in modo da evitare la sitazione di settembre, quando gli idioti di Ajdar hanno tagliato la corrente alla maggior parte della regione, incluso il territorio da loro occupato.

4. Aneddoto. Nei paraggi di Kharzhizsk hanno acchiappato uno del Pravj Sektor del battaglione Shaktersk. Lì sin ora si può incontrare un gruppo di ricognizione e sabotaggio nemico, nonostante la linea del fronte si trovi ad appena 20 chilometri. Gli sciacalli, gli alcoolisti e altri personaggi antisociali ormai da settembre stanno scavando trincee e fortificazioni, in città c’è il coprifuoco, stanno mantenendo un ordine ferreo, per dare l’esempio a Donetsk, diciamo. Ecco, quindi quel prigioniero del Pravj Sektor ha incominciato a piagnucolare nella migliore tradizione, dicendo che lui si è arruolato come puntore perchè doveva dare da mangiare alla famiglia che tipo fanno la fame. E poi ha racconatato una cosa del tutto meravigliosa: che il comandante di Shaktersk aveva promesso ai suoi subordinati che dopo la vittoria avrebbero ricevuto ciscuno una torbiera con 20 persone che ci avrebbero lavorato. Nella sede dell’interrogatorio si sono fatti una risata ed hanno spedito il novello feudatario a scavare trincee.

5. Sul materiale a proposito dei “figli di Surkov” pubblicato sulla “Voce di Sebastopoli” e che è stato postato qui nei commenti. Il materiale è stato rimosso dalla “Voce” su mia richiesta (nonostante il fatto che la maggior parte dei commentatori lo avesse preso bene). Perché io sono dell’opinione che nell’ottica di contrapposizione alla linea di Surkov le pubblicazioni del genere sono piuttosto dannose perché spostano il problema sul piano personale e nascondono il problema reale che ha un carattere politico e socio economico. I “figli di Surkov” qui non sono una questione importante e hanno poco a che fare con la faccenda della Novorossia. Anticipando la possibile domanda: nessuno mi ha chiamato da parte di Surkov e nessuno mi ha minacciato. Si tratta di una decisione della redazione presa su di una questione molto dibattuta.

6. Un’altra volta sulle dicerie a proposito degli “Abrams“: si tratta di tank ucraini modernizzati che la popolazione locale scambia spesso per Abrams a causa del loro aspetto insolito per l’Ucraina. Queste voci poi finiscono sulla stampa e lì nascono intere brigate di Abrams che stanno avanzando in direzione di Donetsk. Gli americani per quanto riguarda la questione della forniture militari si limitano ai droni, all’equipaggiamento satellitare etc… Le armi pesanti dagli Stati Uniti non sono ancora arrivate per quanto io sappia. Ma se qualcuno ha informazioni migliori mi faccia sapere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...