SITUAZIONE MILITARE 24 OTTOBRE – RISCHIO DI ACCERCHIAMENTO PER DONETSK?

LA SITUAZIONE MILITARE

Situazione sul campo. Le frecce blu evidenziano le possibili manovre di accerchiamento in corso da parte di Kiev
Situazione sul campo. Le frecce blu evidenziano le possibili manovre di accerchiamento in corso da parte di Kiev

– Stefano Orsi-

Continuano sempre incessantemente gli scontri in tutto il Donbass, persino nella regione di Mariupol, dove per giorni non si erano verificati conflitti a fuoco, da ieri tuona di nuovo il cannone. Gli scambi di fucileria sono continui, e si è verificato anche un raid aereo da parte della VSU (aviazione ucraina). La tregua è collassata quindi anche sull’ultimo fronte sin ora tranquillo e ormai ci troviamo di fronte nel solito ed assoluto silenzio degli organi di informazione, ad un nuovo conflitto o, se preferite, alla seconda fase della guerra civile Ucraina. Esaminiamo, come al solito, la situazione settore per settore.

Settore sud. Oltre ai già citati scontri a Mariupol, il vero fulcro dell’offensiva governativa si sta rivelando la zona posta tra le miniere di Novotrits’ke e Telmanovo. E questo il settore in cui si concentrerà l’attacco del nucleo meridionale delle armate di Kiev, che avanzano con l’obiettivo di spezzare la linea novorussa e paralizzare i difensori limitandone gli spazi di manovra. Truppe corazzate ucraine si concentrano da giorni in questo settore e i continui attacchi per saggiare la resistenza novorussa ne sono la conferma. In un primo tempo l’offensiva ha preso di mira con tiri di artiglieria e assalti il distretto minerario, per poi spostarsi un po’ più a sud in direzione degli abitati di Starohnativka e Novohnativka. Si delinea una offensiva indirizzata verso nord est al fine di ricongiungersi con la branca della tenaglia che scende verso sud da Debal’tseve (vedi mappa all’inizio dell’aggiornamento).

Settore Sud
Settore Sud

Settore di Donetsk. Nei giorni scorsi abbiamo osservato come, per serrare i ranghi e limitare i rischi di penetrazione nemica, le forze Novorusse avessero accorciato la linea difensiva eseguendo un ripiegamento sulla strada H15. Il conflitto si è quindi riavvicinato alla città. A quanto pare i Novorussi hanno buone informazioni sul numero e qualità delle forze che il nemico ha concentrato per l’imminente offensiva: si tratterebbe di numerosa fanteria ben supportata da artiglieria, missili e carri armati: il processo di raggruppamento è ancora in corso. Pervengono notizie di ulteriori forze che si stanno avvicinando per concentrarsi a ridosso del fronte.

Settore Donetsk
Settore Donetsk

I bombardamenti si susseguono quotidianamente con numerose vittime civili. Il Premier Zaharchenko ha dichiarato che la tregua firmata il 7 settembre scorso si può considerare definitivamente archiviata con il lancio da parte dei governativi di un missile balistico SS21 a testata convenzionale il 20 ottobre. La quantità e qualità di forze messe in campo dai governativi lascia in effetti supporre che non siamo di fronte ad una operazione di facciata mirante a ragranellare qualche voto (Domenica si terranno le elezioni per il Camera) ma bensì un attacco dio devastante violenza contro la città di Donetsk. L’aeroporto è stato sottoposto incessantemente al fuoco delle artiglierie, ma è ancora saldamente tenuto dai Novorussi. A Peski sono segnalate concentrazioni di unità corazzate, e così pure a Marinka. Il barometro della guerra segna burrasca.

Settore Donetsk - Aeroporto
Settore Donetsk – Aeroporto

Settore di Horlivka e saliente di Debal’tseve. Abbiamo dato conto nei giorni scorsi che reparti ucraini si sono infiltrati nelle retrovie Novorusse a sud di Horlivka, raggiungendo l’importante incrocio tra la strada M04 e quella che conduce alla vicina città. Questa operazione di disturbo, che mette in pericolo i collegamenti fra Donetsk e Horlivka, rappresenta un chiaro il tentativo di distogliere truppe novorusse dalla prima linea per indebolirla in vista di un massiccio attacco. Nel saliente di Debal’tseve il massiccio dispiegamento ucraino (stimato in diverse migliaia di uomini ben equipaggiati) rappresenta il ponte di lancio della probabile offensiva di Kiev per spezzare in due il territorio di Novorossya e porre fine ad ogni velleità indipendentista. L’obiettivo della operazione è isolare Donetsk, con una manovra a tanaglia la cui la questo gruppo rappresenta la branca settentrionale e quello attorno a Novotrits’ke e Telmanovo la branca meridionale. Se la manovra dovesse riuscire la città di Donetsk si troverebbe tagliata fuori dalla frontiera russa e senza possibilità di ricevere rifornimenti armi, munizioni, vettovaglie, viveri, medicinali e riscaldamento. Si dovesse prolungare la difesa della città in queste condizioni, preclusa ogni via di fuga ai civili in pieno inverno le scorte di cibo, di gas e di carburante andrebbero ad esaurirsi in brevissimo tempo, causando inevitabilmente una ecatombe che costringerebbe Donetsk alla capitolazione.

Settore di Horlivka - Debaltseve
Settore di Horlivka – Debaltseve

Bisogna notare come proprio qui stiano confluendo continuamente numerosi altri battaglioni motorizzati e blindati, mentre nelle retrovie sono stati segnalate riserve corazzate. Da ieri sono in corso bombardamenti e scontri a fuoco da entrambe le parti: è chiara a tutti l’importanza strategica del saliente, e quindi i novorussi hanno finalmente reagito ai continui avanzamenti dell’esercito governativo ed hanno risposto con un potente fuoco di artiglieria e con controffensive localizzate. L’iniziativa novorussa mira a ridurre il rischio di accerchiamento della capitale rintuzzando gli attacchi nemici e riducendo il perimetro del saliente, con conseguente possibilità di accorciare le linee difensive.

Settore nord. La città di Lugansk sta godendo di un prolungato periodo di tranquillità, necessario ai preparativi per l’inverno. Anche in questo settore il fronte ha vissuto in questi giorni un periodo di attività. L’esercito di Kiev ha tentato di creare un saliente nella zona di Novogorovka, ma le milizie locali, con l’appoggio di un battaglione di Cosacchi, si sono opposti in maniera ferma e risoluta, arrestando l’ avanzata dei governativi. Mentre sono ancora in corso scontri per il controllo della sgtrada TI303 i Novorussi si sono spinti avanti, aggirando le linee nemiche e cogliendo di sorpresa alle spalle i reparti ucraini, per poi recuperare terreno nella regione di Staryi Aidar, e addirittura inviando alcuni reparti in avanscoperta fino a Tsarivka, nelle vicinanze della importante H21. Sono poi segnalati dei combattimenti nella zona di Shchastya, con colpi di artiglieria da parte delle milizie contro obbiettivi lungo la H21.

Settore Nord, Lugansk
Settore Nord, Lugansk

 

 

 

 

Annunci

2 pensieri su “SITUAZIONE MILITARE 24 OTTOBRE – RISCHIO DI ACCERCHIAMENTO PER DONETSK?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...