L’ ESERCITO UCRAINO SI PREPARA ALL’ ATTACCO

L’ ATTUALITA’

image

Pubblichiamo un articolo comparso su di un noto blog di infomrazione militare. La notizia di una possibile, imminente, offensiva goverantiva è importante, e deve essere data. Tuttavia dobbiamo anche segnalare che questa ipotesi non ci convince del tutto. Non solo perchè queste voci girano (senza concretizzarsi mai) dalla conclusione della tregua. Ma anche e sopratutto perché chiunque a Kiev ha conservato un minimo di senno, sa che la Tregua di Minsk è l’unico, fragile, baluardo che separa l’Ucraina dall’apocalisse energetica. In conclusione, nel dare conto del fatto che i governativi preparano una offensiva, bisogna notare che questo può significare che effettivamente l’offensiva ci sarà, ma anche che non ci sarà affatto e il governo vuole solo dare una prova di forza in corrispondenza delle elezioni, o addirittura (con un ordine di probabilità di diverse grandezze inferiore) che ci sarà un colpo di stato a Kiev. Dopo la sigla della tregua, la questione ucraina è diventata un gioco di ombre cinesi in cui è sempre più difficile distinguere ciò che si vede da ciò che succede effettivamente.

Fonte: Colonel Cassad

Il corrispondente speciale della “Komsomolskaja Pravda” Dmitrij Steshin ha comunicato che l’esercito ucraino, la guardia nazionale e i battaglioni putinitivi si preparano per un attacco il giorno delle elezioni. “A Donetsk continua la tregua e il Ministro della Difesa della RPD ha confermato: l’aviazione ucraina si prepara all’attacco il giorno delle elezioni e le milizie si sono schierate a difesa” ha comunicato Steshin sabato mattina.
Venerdi il corrispondente speciale della Komsomolskaja Pravda aveva raccontato della situazione angosciante esistente in città: “Sembrerebbe strano, ma venerdì a Donetsk sorprendeva non il solito cannoneggiamento, ma la sua assenza da 24 ore. Il silenzio porta fuori dal solito contesto, angoscia tutti, senza eccezioni. Arrivano cattive notizie, noi le verifichiamo tramite i nostri canali. Abbiamo interrogato i rappresentati statali – Zakharchenko, Plotnizkij, Mozgovoj. Tutti dicono la stessa cosa: l’esercito ucraino sta preparando l’offensiva. L’ex comandante delle Repubblica di Donetsk Igor Strelkov ha osservato che le truppe della ATO hanno assunto una “configurazione offensiva”. Secondo le informazioni che arrivano l’armata ucraina resta schierata in campo. Naturalmente non passeranno l’inverno sul campo: significa che aspettano l’ordine di movimento.”

I droni si sono levati sopra posti di blocco e altre posizioni chiave per l’attacco. L’avversario sta provocando le milizie ad aprire il fuoco per scoprire le posizioni delle artiglierie. Nonostante le perdite stiamo continuando le ricognizioni in forze. Le squadre di ricognizione delle milizie riportano continuamente informazioni sul concentrazioni di unità corazzate intorno a Donetsk.

Una settimana fa un squadrone corazzata ha provato di passare tra le posizioni delle milizie tra Gorlovka ed Enakevo. Saggiavano i punti deboli, annotavano le collocazioni dell’artiglieria, verificavano il coordinamento fra le guarnigioni della Milizia, la loro reazione al cambiamento della situazione operativa, cercavano di rilevare le frequenze radio su cui lavorano le trasmittenti. La ricognizione delle Milizie presenta costantemente rapporti sullo spostamento delle truppe corazzate intorno a Donetsk. Secondo i primi dati sono state stabilite quattro direttrici su cui verrà lanciata l’offensiva: da Debalchevo, Peski, Avdeeka e Volnovakha. L’obiettivo sarà l’accerchiamento di Donetsk, per isolarla dal mondo esterno e per renderla inabitabile. Come a Sarajevo e ad Homs, in Siria. L’attuale tregua intorno a Dontesk si spiega come risparmio delle munizioni prima dell’offensiva.

Chiaramente si stanno prendendo le contromisure. Ad esempio le milizie si sono improvvisamente attivate intorno a Mariupol, nel settore di operazioni militari più lontano, per distrarre una parte delle forze che si preparano all’offensiva. Intorno a Donetsk si stanno apprestando dei capisaldi. Le forze delle Milizie sono in stato di “pronti al combattimento”.

P.S. Adesso vedremo se la retorica allarmista e la riattivazione del “commercio di guerra” hanno spaventato la Giunta o se, al contrario, l’offensiva è proprio nlla linea dettata dagli Stati Uniti e la decisione non dipende dal fatto se la Giunta la vuole o meno.

PPS Oggi nella rete è girata una strana voce, che Strelkov sarebbe stato richiamato dal congedo e coordinerà le azioni delle forze armate delle Repubbliche. Considerato che da Strelkov per ora non ci sono conferme, è difficile prendere sul serio questa oce, sopratutto considerato che dopo il suo ritiro ci sono già state voci del genere.

Annunci

3 pensieri su “L’ ESERCITO UCRAINO SI PREPARA ALL’ ATTACCO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...