INFORMAZIONE ALLA KIEV: PUOI PARLARE SOLO PER DARMI RAGIONE

 L’ATTUALITA’

Immagine

– Trascrizione, traduzione e commento: Marinella Mondaini –

Sottoposti dalla caduta dell’Unione Sovietica ad una intensa propaganda da parte di ambienti vicini agli Stati Uniti, molti ucraini hanno rinunciato ad un approccio critico ai problemi. Ecco un esempio inquietante del funzionamento del sistema informativo del paese. Si è parlato da più parti di sindrome psicotica, indotta dalla dissonanza cognitiva fra il “discorso pubblico” ed il vissuto personale. Una intera nazione viene consegnata con questi metodi al disagio ed alla frustrazione. L’episodio che vi proponiamo è tratto da una intervista effettuata il 24 luglio 2014 a Tatjana Lokshina dell’Organizzazione Humans Rights Watch e trasmessa dal canale TV – online  Hromadske (video originale). La lucida aggressività dell’intervistatore è impressionante.

Il conduttore: Grazie per essersi collegata con noi, e mi dica per favore qual è la pronuncia esatta del suo cognome? “Tatjana Lokshina”? Si, grazie. E mi dica come Lei e l’Associazione per i Diritti Umani giudica le atrocità che la cricca [il termine russo usato dal conduttore e` molto dispregiativo n.d.t.] militare russa e i suoi complici, che da mesi terrorizzano e vessano, rapiscono la gente, uccidono la popolazione locale, fanno esplodere gli aerei delle compagnie aeree straniere e altri delitti di guerra, che all’ infuori di loro nessuno avrebbe potuto commettere!

Tatjana Lokshina: Lei probabilmente è al corrente che alcune settimane orsono la nostra organizzazione internazionale per i Diritti Humans Rights Watch ha emesso un documento in cui si qualifica tutto ciò che sta accadendo in Ucraina come “conflitto armato interno” e questo significa …. [il conduttore la interrompe n.d.t.]

Il conduttore: Scusi se La interrompo ma non è un conflitto armato interno, è un conflitto sponsorizzato e sostenuto dal governo della Federazione Russa, dal Ministro della Difesa Russo, Shojgu e da Vladimir Putin e di questo ne parla senza mezzi termini anche la Croce Rossa, perciò quello che Lei dice non è la verità [calcando con particolare violenza sulla voce e aprendo le fauci come per aggredire la donna! n.d.t.]

Tatjana Lokshina: Come ho già detto la nostra organizzazione, alcune settimane fa, ha dichiarato che il conflitto armato non è di carattere internazionale e se non erro la stessa dichiarazione l’ha fatta ieri la Croce Rossa Internazionale. Che cosa significa questo in pratica? Significa che adesso nell’ambito del conflitto vigono le norme del diritto umanitario internazionale, cioè le leggi della guerra e nell’ambito delle leggi della guerra sono vietate determinate azioni, sono vietate a tutte le parti del conflitto e la nostra organizzazione in questa situazione raccoglie le informazioni su quanto le parti rispettino o non rispettino affatto le leggi della guerra, le leggi del diritto umanitario internazionale. Ora passo a dire quali violazioni noi abbiamo constatato e sottolineo che noi lavoriamo nell’est dell’Ucraina da maggio fino ad ora molto attentamente. Allora, le violazioni che noi abbiamo constatato nell’ambito del diritto umanitario internazionale sono…. [Il conduttore la interrompe in maniera perentoria n.d.t]

Il conduttore: Tatjana, mi permetto di interromperla per chiedere se la vostra organizzazione opera nei territori confinanti con la Federazione Russa, e come giudica i bombardamenti del vicino stato sovrano per mezzo di missili, dell’artiglieria pesante, degli aerei, e se secondo lei questo è un crimine di guerra e chi di questo ha la responsabilità giuridica e politica . Grazie per la sua risposta sincera.

Tatjana: La responsabilità politica è cosa di cui la nostra Humans Rights Watch non si occupa, se invece Lei vuole ascoltare cosa …. [Il conduttore sempre più aggressivo n.d.t.]

Il conduttore: Io voglio sapere come valuta Lei il fatto che la Russia bombarda l’Ucraina, che la Russia ha occupato una parte dell’Ucraina e continua a uccidere gli abitanti ucraini e i soldati ucraini che difendono la propria patria, ecco quello che mi interessa sapere!

Tatjana: I suoi colleghi mi hanno invitata perchè io racconti ….

Il conduttore: Grazie, la conversazione e` finita! (Le spegne il microfono) Tatjana Lokshina – Human Rights Watch – Ecco, non ha niente da dire!

Nota del traduttore:  Il “diritto umanitario internazionale,” detto anche “diritto dei conflitti armati” o “diritto di guerra”, è volto a tutelare persone che non partecipano alle ostilità o non vi sono più direttamente coinvolte, con lo scopo di stabilire altresì limitazioni per quanto concerne mezzi e metodi bellici. Basato su convenzioni internazionali e sul diritto internazionale consuetudinario, il diritto umanitario internazionale è applicabile a qualunque conflitto armato, internazionale o non, nonché alle situazioni di occupazione derivanti da un conflitto armato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...