Ma quanto odiano la Russia questi polacchi…

LE ANALISI

Incredibile. Voglio dire, tutti sanno che Iatseniuk è un bugiardo malevolo e congenito, che tuttavia è a capo di un regime di pazzoidi. Davo però per scontato che la Polonia fosse una nazione civilizzata, governata da gente mentalmente sana, anche se leggermente prona ai voleri degli Stati Uniti. E poi arriva questa notizia clamorosa:

In un’intervista trasmessa da una stazione radio polacca, alla domanda sul perchè Putin non fosse stato invitato alla commemorazione della liberazione di Auschwitz, il ministro degli esteri polacco Grzegorz Schetyna ha dichiarato che :”E’ stato il Primo Fronte Ucraino (1) a liberare [il campo di concentramento], dal momento che in quella giornata di gennaio c’erano soldati ucraini e che furono loro ad aprire i cancelli del campo”.

Lanziger_Hitler_knightCosì, sulla scia di quanto asserito dai tedeschi, cioè che “Iats” , quando diceva che era stata l’Unione Sovietica ad invadere la Germania esercitava solo suo diritto alla “libertà di parola”, ora abbiamo la Polonia che ci racconta che sono stati gli ucraini a liberare Auschwitz, non i russi od eventualmente unità sovietiche multietniche; tutto questo senza che ci sia stata la minima protesta.

Evidentemente un revisionismo di un certo tipo è più uguale di un altro.

Così adesso sappiamo perchè Poroshenko è stato invitato. Perchè i “suoi” ucraini hanno liberato Auschwitz. Mi chiedo se avrà l’ardire di gridare lo slogan banderista “gloria all’Ucraina, gloria agli eroi”, come fa sempre in patria.

Ma sapete che cosa c’è di peggio?

maxresdefaultIl fatto che le organizzazioni ebraiche – che dovrebbero sapere chi ha liberato Auschwitz e che cosa fosse il nazionalismo ucraino durante la seconda guerra mondiale – non dicano nulla di tutto ciò, è veramente una disgustosa vergogna. Non solo questo; costoro dovrebbero sapere che l’Unione Sovietica ha contribuito con non meno dell’80% allo sforzo bellico mondiale per debellare Hitler e che la Russia ha sopportato l’80% dello sforzo bellico sovietico. In altre parole, questi ebrei europei, sopravvissuti alla seconda guerra mondiale devono in verità le loro vite alla Russia. Non all’Ucraina che accolse Hitler con i fiori e che poi partorì una delle due peggiori organizzazioni naziste in Europa (l’altra era quella degli Ustascia di Ante Pavelic).

Ma ancora, di che cosa ci meravigliamo, visto che gli europei occidentali non festeggiano il giorno della vittoria insieme ai russi e organizzano commemorazioni in cui neanche menzionano la Russia o l’Unione Sovietica?

Non voglio neanche addentrarmi nei particolari dell’ Operazione Impensabile (2) dove si affermava che “la Russia è una minaccia alla civiltà occidentale”, e sul come le maggiori banche e aziende americane ed inglesi abbiano finanziato Hitler per tutta la sua carriera. Nonostante tutta la propaganda antinazista e la demonizzazione di Hitler, Hitler è sempre stato “il nostro ragazzo”, anche quando era diventato un “ragazzaccio”: il cavaliere difensore dei valori occidentali! Era solo l’ultimo dei molti condottieri europei che avevano tentato di sottomettere la Russia.

In un momento di severe tensioni fra l’Unione Europea e la Russia è solo normale assistere ad una riabilitazione strisciante, se non dello stesso Hitler, almeno di alcuni aspetti chiave della propaganda nazista.

E a questo siamo arrivati. La Russia ha occupato la Germania, l’Ucraina ha liberato Auschwitz, e presto ci diranno che Stalin ha ordinato l’Olocausto, bombardato Dresda e sganciato ordigni nucleari sul Giappone. Poi dovranno solo chiamare Putin il nuovo Stalin e, voilà! Saremo di nuovo alla buona, vecchia “civiltà occidentale” contro le “orde dei mongoli asiatici russi”

Certa cose non cambiano mai. E, naturalmente, anche questa volta sarà la Russia a vincere!

The Saker

  1. Nella terminologia delle forze militari della Russia, un fronte (in russo фронт, front) è un’unità militare terrestre organica composta dall’unione di più armate, equivalente di un gruppo d’armate nell’ordinamento di altri eserciti . (da Wikipedia – NdT)
  2. Operation Unthinkable era il nome in codice di due piani militari riguardanti un eventuale conflitto fra gli Alleati e l’Unione Sovietica. Entrambi furono ordinati dal Primo Ministro britannico Winston Churchill nel 1945, alla fine della seconda guerra mondiale. (da Wikipedia – NdT)

*****

Traduzione a cura di Mario per vineyardSaker.it / Volti Del Donbass
Articolo apparso sul vineyardsaker il 21 Gennaio 2015.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...