Il 28 luglio il Presidente Putin ha adottato numerosi provvedimenti con i quali sono stati riassegnati diversi incarichi importanti della dorsale di potere statale (quattro governatori, quattro Incaricati Presidenziali di Distretto Federale, un ambasciatore), procedendo anche all’accorpamento della Crimea nel Distretto Federale Meridionale (i Distretti Federali sono macro regioni con funzioni di polizia e di controllo centrale delle attività di governo locali, la soppressione del minuscolo Distretto di Crimea deve considerarsi un processo fisiologico).

Alcune delle rotazioni più vistose: il responsabile del Distretto Federale Nord Occidentale Vladimir Bulavin è stato nominato capo del Servizio Doganale Federale al posto di Andrey Belyaninov, dimissionato in seguito al rinvenimento nella sua abitazione di parte della refurtiva oggetto di una distrazione da cui è nato un processo panale di cui Belyaninov era (sin ad ora) testimone.

Nikita Belyk: ops....
Nikita Belyk: ops….

Nikita Belykh, unico governatore della Federazione esponente dell’ala politica “liberale” immortalato alcuni mesi orsono davanti ad un memorabile tavolo ricoperto dei bigliettoni verdi di una mazzetta, è stato dimissionato per “decadenza della fiducia presidenziale”.

L’incaricato del soppresso distretto federale di Crimea, Oleg Belaventsev, andrà a svolgere la medesima funzione nel Distretto Federale del Caucaso del Nord sostituendo Sergei Melikov, che diverrà il vicecapo della nuova Guardia Nazionale.

Interessante è anche l’avvicendamento a Kiev: Mikhail Babich, inviato presidenziale nel Distretto Federale del Caucaso (nella foto in alto) sostituirà Mikhail Zurabov, Ambasciatore a Kiev dal 2009. Zurabov era un diplomatico navigato: aveva negoziato il patto di Kharkov nel 2010 e svolgeva anche il ruolo di negoziatore per la parte russa nel formato di Minsk. Il suo successore Babich è un uomo di apparato di altissimo livello con un cursus honorum comprendente sia, in gioventù, funzioni di comando nei reparti aviotrasportati del KGB che compiti di alta amministrazione civile e nel complesso militar industriale.

Il senso complessivo degli avvicendamenti consiste nella necessità di ringiovanire l’apparato inserendo uomini di fiducia (molti dei nuovi entrati hanno avuto esperienze nei servizi di sicurezza) e rimuovendo personaggi impopolari per la loro inattività o per la loro corruzione lanciando un messaggio di efficienza e fiducia in vista delle elezioni di settembre.

***

Aggiornamento di Marco Bordoni per sakeritalia.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...